INDUSTRIA 4.0

SERVIZI INDUSTRIA 4.0

CONSULENZA

Analizziamo e ti guidiamo alla realizzazione del tuo progetto, in tutte le fasi necessarie da sostenere per dargli vita e completarlo.
Ti affianchiamo prima dell'acquisto di un bene per garantire la rispondenza con Industria 4.0. Verifichiamo durante la progettazione tutti i requisiti che consentiranno di beneficiare delle agevolazioni previste.

ANALISI TECNICA

Relazioni Tecniche e Perizie: Per i beni INDUSTRIA 4.0 redigiamo la Relazione Tecnica comprovante l’appartenenza del bene materiale o immateriale a quanto previsto da Industria 4.0 ai fini del beneficio fiscale.

SOLUZIONI INDUSTRIA 4.0

SMART DRIVE 4.0
INTERCONNESSIONI MACCHINA

Modulo di interconessione dati su misura tra le macchine e i tuoi sistemi gestionali (ERP/MES/SCADA) aziendali.
Compatibile con tutte le marche PLC e protocolli di comunicazione.

SMART PROD 4.0
SOLUZIONE MES

Software gestionale CERTIFICATO 4.0
- Gestione anagrafica delle commesse
- Gestione anagrafica clienti e fornitori
- Gestione Ordini, fasi e cicli
- Raccolta dati macchina
- Monitoraggio Produzione
- Gestione turni
- Telediagnosi
- Tracciabilità Dati

INDUSTRIA 4.0

Processo di lavoro semplice e pulito

01

ANALISI

Raccogliamo tutti i dati necessari in base ai prerequisiti del progetto INDUSTRIA 4.0

02

ITERCONNESIONE MACCHINE

Rendiamo intelligenti le macchine, scambiando le informazioni con i vostri sistemi.

03

MES

Sviluppiamo il vostro MES calato sullo vostre esigenze.

INDUSTRIA 4.0 - 2022

Incentivi fiscali Industria 4.0 cosa cambia nel 2022

Dal 1° gennaio 2022 entreranno in vigore le nuove aliquote del credito di imposta per gli investimenti. Il disegno di legge di bilancio attualmente in discussione riconferma il décalage degli aiuti e ne dispone la proroga con modifiche per gli anni successivi.


Beni strumentali “tradizionali”
Per l’acquisto di beni strumentali (sia materiali che immateriali) il beneficio del credito di imposta scende nel 2022 al 6% delle spese (oggi è al 10%), nel limite massimo di 2 mln di euro per i beni materiali, e di 1 mln di euro per i beni immateriali.
Stop all’incentivo dal 2023.


Beni materiali 4.0
Per l’acquisto di beni materiali 4.0 – rientranti nelle categorie indicate dall’allegato A della Legge 232/2016 e interconnessi al sistema aziendale – sarà possibile usufruire per il 2022 di un credito di imposta nelle seguenti misure:
• 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro,
• 20% per investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro,
• 10% per investimenti oltre i 10 milioni di euro e fino a 20 milioni di euro.
Dal 2023 al 2025 le aliquote scenderanno dal 20% al 5% della quota investimenti.


Software 4.0
Per l’acquisto di software 4.0 (più precisamente di beni immateriali di cui all’Allegato B della Legge 232/2016) è confermata la concessione di un credito di imposta al 20% delle spese con tetto a 1 milione di euro.
Cala al 15% nel 2024 e al 10% nel 2025